87° Fiera Internazionale del Tartufo Bianco D’Alba

Foodies Moment: il Tartufo Bianco d’Alba incontra le eccellenze di Parma

download_parma_unescodal 10 al 12 Novembre 2017

Nuova Pasticceria Lady

Sarà un weekend dedicato all’alta cucina parmense e alle eccellenze gastronomiche della Food Valley quello che si celebrerà sabato 11 e domenica 12 novembre ad Alba, nella prestigiosa cornice della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Prosegue infatti il rapporto di collaborazione, all’insegna dell’amicizia, tra la città ducale e quella piemontese: un’amicizia nata nell’estate 2015, quando Parma e Alba, accomunate da una forte identità gastronomica e da un patrimonio di bellezze storico/culturali e paesaggistiche, si sono candidate per entrare a far parte del network delle Città Creative UNESCO della Gastronomia. Parma, la cui candidatura è stata accolta nel dicembre 2015, sostiene Alba, con l’obiettivo di aiutarla a raggiungere lo stesso traguardo.

L’arte culinaria parmense sarà protagonista di due appuntamenti golosi all’interno dell’Alba Truffle Show.

Parallelamente ai due appuntamenti gourmet, all’interno della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, Parma avrà a propria disposizione una tensostruttura di 200 mq in Piazza Falcone: qui i visitatori della Fiera potranno sia ricevere informazioni turistiche sulla città ducale, che ospita capolavori artistici come Duomo e Battistero e che ha dato i natali a Maestri come Giuseppe Verdi e Arturo Toscanini, sia degustare e acquistare eccellenze gastronomiche made-in-Parma.

Due parole su Parma:
Parma è una città piena di grazia, dove si respira un’atmosfera raffinata, da piccola capitale. Il suo centro, ricco di capolavori artistici, grandi aree verdi, piccoli e grandi tesori di epoche diverse, accoglie turisti e cittadini e li trattiene con garbo.
Ma Parma non è solo la città, i suoi monumenti, la sua tradizione musicale e culturale. Parma è anche la sua provincia, il suo territorio, le infinite risorse che le fanno da corona: un paesaggio naturale e variegato che si estende tra il Po e il crinale appenninico, con tanti piccoli centri densi di storia e vitalità, di castelli, pievi mediovali e teatri.
La Bassa, che copre i comuni di Mezzani, Sorbolo, Trecasali e Polesine, ha ispirato con le sue nebbie e il riottoso carattere dei suoi abitanti Bernardo Bertolucci e Giovannino Guareschi.
Qui la cultura della terra e la lavorazione della carne suina si trasformano in vere opere d’arte culinaria con tradizioni antichissime, ma non mancano anche capolavori architettonici come il castello dei Rossi a S. Secondo, la Reggia di Colorno con i suoi vasti giardini, il castello di Fontanellato, la rocca Meli Lupi di Soragna e l’abbazia cistercense di Fontevivo.

Parma Città Creativa della Gastronomia Unesco
Il sabato e la domenica dalle 9.30 alle 20.00
Piazza Falcone

fonte

 

logosmall

Nuova Pasticceria Lady di Pezzarossa Angelo P.Iva e C.F. 01813180344

Privacy Policy

Log in with your credentials

Forgot your details?